Castello Guevara

 

IMG castello guevara

 

Il castello di Savignano Irpino sorge su un picco roccioso chiamato "Tombola" e in passato dominava maestoso la Valle del Cervaro e l'intero territorio circostante. Ora, di quello che fu l'impianto originario, restano alcune parti restaurate solo di recente, parti delle quali è possibile ammirare le alte e spesse mura con le particolari finestre arcuate in pietra. Il Castello, denominato "Castrum Sabinianum", nacque tra il VII e l'VIII secolo probabilmente come fortezza difensiva, per essere poi trasformato, agli inizi del 1700, in palazzo signorile dai nobili Guevara. Sotto di loro subì un mutamento nella destinazione d'uso, dato che fu trasformato in residenza (1527), anzi, in edificio a destinazione mista, essendo usato come centro di amministrazione e deposito di granaglie e derrate varie. Il terremoto del 1732 danneggiò la struttura, che non subì ulteriori modifiche fino al 1880, essendo ancora abitato fino alla fine di tale secolo. Successivamente, l'asportazione di materiale vario e la demolizione di parti ritenute pericolanti, oltre che rimaneggiare fortemente la struttura, ne misero seriamente in pericolo la staticità, ulteriormente compromessa dal grave sisma del 1980. L'amministrazione comunale decise, perciò, di acquistare la struttura dalla famiglia Casale e di procedere al suo restauro, sulla base di un progetto che prevedeva, da un lato, il recupero delle parti rimaste del castello, e dall'altro la creazione di un teatro all'aperto. I lavori iniziati nell'estate del 1990 portarono alla luce uno strato omogeneo di cenere, testimonianza dell'ultima eruzione del Vesuvio, e poi, portali, scalinate, una stalla, un salone, dei forni, un pozzo che sfocia in una grossa cisterna, un sistema di impianto idraulico, cocci di piatti e qualche utensile in ferro.

 


 

Centro Storico

 

IMG centro storico

 

Castrum Sabiniani, il piccolo borgo medioevale di Savignano Irpino, si sviluppava tra la chiesa Madre ed il castello, mentre le mura seguivano l'attuale circumvallazione di Dietro Corte e i Finestroni. A nord il borgo era difeso da una torretta, a sud da un fortilizio, ed, infine, da un fossato difensivo dove oggi c'è una piazzetta.

 


 

Chiesa Madre

 

IMG chiesa madre

 

La chiesa Madre di S. Nicola e S. Anna è situata nel centro storico, in prossimità delle mura del castello, da cui sicuramente era inglobata in epoca passata, come confermerebbe lo stemma di Savignano situato sul fronte centrale, risalente al 1581. Il portale centrale è sormontato da un rosone (come gli altri due portali minori). Sulla sovrastante lunetta insiste una maiolica raffigurante S. Anna, protettrice di Savignano Irpino. La facciata è in stile tardo-romanico e venne realizzata da scalpellini locali utilizzando pietra viva locale, proveniente dalla "Targiana", una località tra Savignano e Monteleone. L'interno è a tre navate a croce latina. L'altare maggiore è stato realizzato con preziosi marmi. Tra le e opere presenti nella chiesa si ricordano degli affreschi relativi al matrimonio tra S. Maria Vergine e e S.Giuseppe e la statua di S.Anna del XVIII secolo. Il campanile della chiesa che si vede sulla sinistra dell'immagine, era a forma di torre, ma a seguito del terremoto del 1938 venne ricostruito con una cupola a forma di piramide. Tale campanile, in posizione leggermente arretrata rispetto alla facciata, rappresenta l'elemento piú antico.

 


 

Chiesa della Madonna delle Grazie

 

IMG chiesa della madonna delle grazie

 

La Chiesa della Madonna delle Grazie risalente al XVII sec., oggi chiusa al culto e quasi interamente ricostruita nella seconda metà del XX secolo, prima di subire l''ultimo importante intervento di restauro nel 1911. Presenta un campanile con orologio civico.

 


 

Palazzo Orsini

 

IMG palazzo orsini

 

Il Palazzo Orsini, attuale sede del Municipio, fatto costruire nel 1727 dal Papa Benedetto XlII, Vescovo di Roma e di Benevento. Venne concepito come "Hospitius pro peregrinis", come risulta dall'iscrizione incisa sul bel portale d'ingresso in pietra.

 


 

Casa Albani

 

IMG casa albani

 

Casa Albani è una dimora storica che si trova verso la parte terminale del Corso Vittorio Emanuele II nei pressi di Piazza Umberto I, prima che la strada cominci a salire verso il vecchio borgo su cui si erge il castello e la chiesa Madre.

 


 

Fontana Angelica

 

IMG fontana angelica

 

La fontana d è detta "Angelica" (o Candida) perchè la fresca e deliziosa acqua portata dalle bocche delle tre papere in ghisa, giunge a Savignano dal Monte S. Angelo. Fu completata il 1 luglio del 1912, su progetto di Federico Castelluccio di Monteleone di Puglia. L'importanza odierna della fontana è pressoché ornamentale, ma in passato, quando non c'era l'acquedotto, essa non solo soddisfaceva il bisogno di procurarsi l'acqua domestica, ma era anche fonte di guadagno per taluni.

 


 

Questo sito utilizza i cookie: cliccando su OK o proseguendo nella navigazione si acconsente all'utilizzo dei cookie.